Seleziona Pagina

Aggiornamento Allegato XIV del Regolamento REACH (sostanze soggette ad autorizzazione)

Tag:
Aggiornamento Allegato XIV del Regolamento REACH (sostanze soggette ad autorizzazione)

Il Regolamento UE 2017/999 ha aggiornato l’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione, attraverso l’inserimento di 12 sostanze nell’Allegato XIV del Regolamento REACH.

 

 

Il Regolamento UE 2017/999 (in allegato) ha aggiornato l’elenco delle sostanze soggette ad autorizzazione, attraverso l’inserimento delle seguenti 12 sostanze nell’Allegato XIV del Regolamento REACH:

> 1-Bromopropano (n-bromuro di propile) N. CAS 106-94-5;
> Diisopentilftalato N. CAS 605-50-5;
> Acido 1,2-benzendicarbossilico, esteri alchilici di-C6-8-ramificati, ricchi di C7 N. CAS 71888-89-6;
> Acido 1,2-benzenedicarbossilico, esteri alchilici di-C7-11-ramificati e lineari N. CAS 68515-42-4;
> Acido 1,2-benzendicarbossilico, dipentilestere, ramificato e lineare N. CAS 84777-06-0;
> Ftalato di bis(2-metossietile) N. CAS 117-82-8;
> Dipentilftalato N. CAS 131-18-0;
> N-pentilisopentilftalato N. CAS 776297-69-9;
> Olio di antracene N. CAS 90640-80-5;
> Pece, catrame di carbone, alta temperatura N. CAS 65996-93-2;
> 4-(1,1,3,3-tetrametilbutil)fenolo, etossilato [che comprende sostanze ben definite e sostanze UVCB, polimeri e omologhi];
> 4-nonilfenolo, ramificato e lineare, etossilato  [sostanze con catena alchilica lineare e/o ramificata C9 legata covalentemente in posizione 4 al fenolo, etossilato che coprono sostanze UVCB e ben definite, polimeri e omologhi, che includono qualsiasi isomero e/o combinazioni di isomeri].

Tra queste 12 sostanze, se ne evidenziano in particolare 2 di potenziale interesse per l’industria siderurgica: olio di antracene (anthracene oil) e pece, catrame di carbone, alta temperatura (pitch, coal tar, high temp.), le quali erano già state oggetto di ns. precedenti comunicazioni nel 2014, durante la fase di consultazione pubblica.

Si sottolinea che il Regolamento UE 2017/999 entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, avvenuta lo scorso 14/06/2017.

Per completezza, nei paragrafi seguenti si è invece ritenuto utile fornire alle aziende Associate alcune indicazioni ed informazioni sia in merito alle implicazioni derivanti dall’inclusione di una sostanza nell’Allegato XIV sia riguardo all’iter procedurale che porta ad includere una sostanza in Allegato XIV.

Cosa comporta l’inclusione di una sostanza nell’Allegato XIV del Regolamento REACH (sostanze soggette ad autorizzazione)
Per ciascuna sostanza inclusa nell’Allegato XIV del Regolamento REACH vengono fissate due scadenze temporali:

– “data di scadenza“, vale a dire il giorno a partire dal quale l’immissione sul mercato e l’uso della sostanza sono vietati, a meno che all’azienda non sia rilasciata una specifica autorizzazione da parte della Commissione Europea;

– “data entro cui devono pervenire le domande” (precedente di almeno 18 mesi la “data di scadenza”), intesa come il giorno entro cui devono pervenire all’ECHA le domande di autorizzazione da parte delle aziende che intendono continuare ad utilizzare la sostanza o ad immetterla sul mercato per determinati usi dopo la “data di scadenza”.
Si sottolinea che in attesa di risposta, l’azienda, che abbia presentato la domanda di autorizzazione, può proseguire tali usi anche dopo la “data di scadenza”.
Le domande di autorizzazione, trasmesse all’ECHA, vengono esaminate dal Comitato per la valutazione dei rischi e dal Comitato socio-economico dell’ECHA, che esprimono per ciascuna di esse il proprio parere alla Commissione Europea, a cui spetta la decisione finale.

Si ricorda che le conseguenze su uso e immissione sul mercato, dovute all’inserimento in Allegato XIV, sono indipendenti dal quantitativo della sostanza, in quanto per la procedura di autorizzazione non sono fissati limiti quantitativi minimi.
Per ciascuna sostanza dell’Allegato XIV sono poi definiti eventuali “usi o categorie di usi esentati dall’obbligo di autorizzazione”, vale a dire specifici utilizzi della sostanza per cui non è necessario richiedere l’autorizzazione.

Processo di inclusione di una sostanza nell’Allegato XIV del Regolamento REACH
Si riporta di seguito una sintesi del processo attraverso il quale una sostanza viene prima inserita nella Candidate List (CL), vale a dire nell’elenco delle sostanze candidate ad essere incluse nell’Allegato XIV, e poi eventualmente inserita nell’Allegato XIV stesso del Regolamento REACH e, di conseguenza, soggetta ad autorizzazione:
1. la Commissione Europea, o uno Stato membro, stabilisce che una sostanza possiede i requisiti per essere identificata come “sostanza estremamente preoccupante” (Substance of Very High Concern – SVHC), ai sensi dell’art. 57 del Regolamento REACH;
2. l’ECHA (per incarico della Commissione Europea), o uno Stato membro, prepara un fascicolo secondo quanto indicato nell’Allegato XV del Regolamento REACH, al fine di proporre l’inclusione della sostanza SVHC nella CL;
3. una volta pronto il fascicolo, è richiesta una consultazione con gli Stati membri e le parti interessate, così come stabilito dall’art. 59 del Regolamento REACH;
4. successivamente alla consultazione, la sostanza potrebbe quindi essere inserita nella CL delle sostanze SVHC;
5. all’interno della CL, l’ECHA individua le sostanze ritenute “prioritarie” e lo comunica alla Commissione Europea (anche in questa fase è aperta la consultazione con le parti interessate). Sulla base delle indicazioni dell’ECHA e delle eventuali osservazioni pervenute, la Commissione decide quali sostanze “prioritarie” includere nell’Allegato XIV, nonché le relative disposizioni transitorie ed eventuali esenzioni.

Al seguente link è possibile consultare l’elenco delle sostanze SVHC attualmente presenti nella CL:
https://echa.europa.eu/candidate-list-table
mentre al seguente link è disponibile l’elenco aggiornato delle sostanze attualmente presenti nell’Allegato XIV del Regolamento REACH:
https://echa.europa.eu/addressing-chemicals-of-concern/authorisation/recommendation-for-inclusion-in-the-authorisation-list/authorisation-list

Contatti
Ulteriori informazioni possono essere richieste a:
Marco Clivio
area.tecnica@federacciai.it

Rassegna stampa

Archivi mensili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del sito www.federacciai.it. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza dei cookies, anche di terze parti, e altre tecnologie di profilazione, quali l’incrocio tra informazioni raccolte attraverso diverse funzionalità del sito, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti utili ad indirizzare loro messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso a tali cookies e tecnologie di profilazione, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per il contenuto completo della Privacy Policy clicca qui

Chiudi