Seleziona Pagina

Diagnosi Energetiche e parametri di riferimento settoriale -Tabella aggiornata in esito all’incontro del 29/10/2019

Tag: ,
Diagnosi Energetiche e parametri di riferimento settoriale -Tabella aggiornata in esito all’incontro del 29/10/2019
In esito all’incontro dello scorso 29/10/2019 (si veda ns. Comunicazione Prot. 196/2019) si allega la tabella di settore per il riepilogo dei dati energetici aggiornata e revisionata da ENEA sulla base delle indicazioni emerse durante la riunione.
 
 
In esito all’incontro dello scorso 29/10/2019 (si veda ns. Comunicazione Prot. 196/2019) si allega la tabella di settore per il riepilogo dei dati energetici aggiornata e revisionata da ENEA sulla base delle indicazioni emerse durante la riunione.
 
In particolare si evidenziano di seguito i principali aggiornamenti/modifiche apportati:
1) Con riferimento al settore merceologico – Codice Ateco a 6 cifre – da inserire nella cella L4 sono stati individuati i seguenti codici, ritenuti rappresentavi delle aziende associate a Federacciai: 24.10.00; 24.20.10; 24.20.20; 24.31.00; 24.32.00; 24.33.01; 24.33.02; 24.34.00; 25.50.00; 30.20.02.
2) In merito ai vettori energetici acquistati (livello LA) è stata tolta la voce “Freddo” ed è stata confermata la proposta di eliminare la voce relativa al coke siderurgico inserendo la voce “Carboni (coke, antracite, ecc.)” in modo che ogni azienda vi individui il proprio mix e relativo fattore di conversione/PCI.
3) Per quanto riguarda le tabelle relative ai prodotti e alle materie prime è stata confermata la suddivisione nelle tre macro lavorazioni con i totali parziali, senza riportare invece l’indicazione del totale di stabilimento che non risulta di univoca rappresentazione per via del problema legato ai mix produttivi differenti con sequenze di processo diverse. Nelle tabelle per lo stesso motivo è stata confermata la nota “Da compilare solo per le produzioni rilevanti” per evitare l’eccessivo dettaglio/intreccio di flussi che alcuni mix produttivi presentano.
Si evidenzia invece che, come concordato in riunione, è stata implementata nella cella O4 la formula che restituisce il valore massimo di produzione tra la cella G27 (relativa alla produzione di acciaio da EAF) e la somma delle celle G32 e G37 (relative rispettivamente alla produzione dalle trasformazioni a caldo e freddo). Tale funzione è stata predisposta per restituire il valore di riferimento della produzione che le aziende devono inserire sul portale AUDIT102 al momento della registrazione. Tale valore invece non sarà rappresentativo in sede di successiva elaborazione dei dati da parte di ENEA.
4) Per quanto riguarda l’Ossigeno si è concordato durante l’incontro di inserirlo di default nella lista delle materie prime (cella K22). In questo modo si darà evidenza, in fase di elaborazione dei dati, dell’importanza di tale elemento chimico nella carica del forno (energia chimica della reazione di fusione) che distingue ogni azienda e che ha ricadute sul bilancio energetico delle stesse.
5) Il livello “LA1” relativo alla trasformazione interna dei vettori energetici è stato revisionato, sulla base dei suggerimenti emersi nell’incontro, in modo da riportare nelle prime tre righe i vettori utilizzati in input e nelle righe successive i diversi impieghi dei vettori in out-put.
6) Con riferimento ai livelli “LB e LC” è stata completata la struttura che prevede per Energia Elettrica e Gas Naturale l’indicazione (colonne D-E) dei processi ritenuti rappresentativi delle principali lavorazioni del settore e la possibilità di utilizzare i campi liberi per riportare eventuali altre fasi del processo rilevanti da un punto di vista dei consumi; in tal senso, rispetto all’ultima versione circolata, è stata aggiunta la voce “Laminazione ad Anello” tra i consumi di EE. Per quanto riguarda la sezione relativa alle “Attività Principali” è riportata inoltre la suddivisione tra le tre macro lavorazioni nelle quali si è deciso di suddividere i consumi energetici del settore (Produzione acciaio -EAF-; Trasformazioni a caldo; Trasformazioni a freddo), mentre per i servizi ausiliari e generali è stato mantenuto il riferimento generico “Tutti” per indicare che le attività afferiscono a tutte le attività svolte nel sito. Per quanto riguarda i vettori energetici diversi da EE e GN non è riportato il dettaglio dei singoli processi che caratterizzano le tre macro lavorazioni, considerando che tali vettori hanno pesi molto differenti e sono utilizzati solo in specifiche fasi di processo.
Sono state implementate e inserite le seguenti colonne collegate a celle con  menù a tendina:

  1. a) “APPLICABILITA'” (colonna F) per selezionare ” Applicabile” e “NON Applicabile”, in modo che ogni impresa possa ricostruire il proprio albero dei consumi (per non applicabile si intende un processo non presente nel sito produttivo). L’opzione applicabile/non applicabile è stata inserita anche per le tre macro lavorazioni (colonna O della sezione EE). Selezionando NON Applicabile tutte le celle relative a quella fase (anche per gli altri vettori) diventano rosse e quindi da non compilare.
  2. b) “RILEVANZA” (colonna G) che permette di selezionare tra “Rilevante” e “NON Rilevante”. Si potrà quindi selezionare NON Rilevante nel caso in cui i consumi di quel processo siano considerati poco rilevanti rispetto al totale del processo produttivo. La somma dei consumi dei processi indicati come “non rilevanti” comunque non potrà superare il 5% del consumo di ciascun vettore energetico. A supporto la tabella indica per ogni vettorel’indicazione: “Copertura del 95% dei consumi raggiunta” o “E’ necessario dettagliare maggiormente la suddivisione dei consumi” (es. cella O-P61-62).
  3. c) “PERCENTUALE MONITORATA CON STRUMENTAZIONE FISSA O MOBILE [%]” (colonna I). Permette di selezionare (una volta indicato il tipo di misura dei consumi adottato per un dato processo) la % monitorata con strumenti fissi o mobili nell’ambito dell’audit energetico. Per ogni vettore e per le singole sezioni “Attività Principali” “SERVIZI AUSILIARI” e “SERVIZI GENERALI” la tabella fornisce in automatico la percentuale monitorata del totale dei consumi dichiarati (es. cella I65).

 
Si invitano pertanto le aziende a inviare (desimone@federacciai.it) gli ultimi commenti/integrazioni alla tabella entro la giornata di venerdì 22/11/2019 per finalizzare il lavoro con ENEA entro la prossima settimana.
 

Contatti
Ulteriori informazioni possono essere richieste a:
Matteo De Simone
area.tecnica@federacciai.it

Rassegna stampa

Archivi mensili

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del sito www.federacciai.it. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza dei cookies, anche di terze parti, e altre tecnologie di profilazione, quali l’incrocio tra informazioni raccolte attraverso diverse funzionalità del sito, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti utili ad indirizzare loro messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso a tali cookies e tecnologie di profilazione, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per il contenuto completo della Privacy Policy clicca qui

Chiudi