Seleziona Pagina

Deroghe per criticità operative – Disposizioni regionali

Tag: ,
Deroghe per criticità operative – Disposizioni regionali

Con riferimento alle potenziali criticità operative sia nella gestione della filiera dei rifiuti sia nella conduzione degli impianti – a seguito dell’emergenza sanitaria COVID-19 – quali ad esempio sovraccarichi, scadenze autorizzative, verifiche e controlli, e comunicazione dati, si segnala che le Regioni stanno adottando i primi provvedimenti attuativi, contenenti indicazioni pratiche, deroghe, differimenti, sospensione di termini, ecc.
 

 

Con riferimento alle potenziali criticità operative sia nella gestione della filiera dei rifiuti sia nella conduzione degli impianti – a seguito dell’emergenza sanitaria COVID-19 – quali ad esempio sovraccarichi, scadenze autorizzative, verifiche e controlli, e comunicazione dati, si segnala che le Regioni stanno adottando i primi provvedimenti attuativi, contenenti indicazioni pratiche, deroghe, differimenti, sospensione di termini, ecc.
Sul tema Federacciai, in collaborazione con il Sistema Confindustriale, ha avviato la raccolta delle principali disposizioni regionali, rendendole disponibili sulla propria pagina web dedicata all’emergenza COVID-19, nella sezione “Disposizioni Regionali”. Si raccomanda tuttavia alle aziende associate di monitorare i siti web istituzionali delle Regioni nelle quali ricadono gli impianti, così da verificare l’eventuale pubblicazione di tali provvedimenti.

Da una prima indagine si segnala che, per quanto concerne la filiera dei rifiuti, i provvedimenti regionali vengono sostanzialmente predisposti ai sensi dell’art. 191 del D.Lgs. n. 152/2006 “Ordinanze contingibili e urgenti e poteri sostitutivi”, come appunto indicato nella circolare del Ministero dell’ambiente oggetto della ns. comunicazione (pubblicata) del 30 marzo 2020.

A titolo esemplificativo, si segnala l’ordinanza n. 520 del 01/04/2020 della Regione Lombardia (in allegato) della quale si invita la lettura. In particolare, si richiama l’attenzione sui punti 16. e 17. del provvedimento, relativi a stoccaggio e deposito temporaneo di rifiuti.

Punto 16. – stoccaggio
– per le operazioni autorizzate di deposito preliminare (D15) e messa in riserva (R13), è prevista la possibilità di aumentare rispettivamente la capacità annua di stoccaggio, nonché quella istantanea, nel limite massimo del 20%;
– uguale possibilità (aumento nel limite del 20%) è contemplata per i titolari delle operazioni di recupero ai sensi degli artt. 214 e 216 del D.Lgs. 152/06 (procedure semplificate), ferme restando le “quantità massime” fissate dal D.M. 5 febbraio 1998 (allegato IV) e dal D.M. n. 161 del 12 giugno 2002;
– gli stoccaggi in deroga, di cui sopra, possono essere realizzati nelle medesime aree già autorizzate oppure in aree interne  nel rispetto delle condizioni riportate nell’ordinanza stessa, tra le quali si evidenza la necessità di inviare apposita comunicazione.

Punto 17. – Deposito temporaneo
– i rifiuti gestiti in deposito temporaneo possono essere avviati ad operazioni di recupero o smaltimento con frequenza semestrale, invece che trimestrale, indipendentemente dalle quantità in deposito (criterio temporale);
– devono essere inviati ad operazione di recupero e smaltimento i quantitativi di rifiuti in deposito temporaneo che raggiungano i 60 metri cubi di cui al massimo 20 metri cubi di rifiuti pericolosi, invece di 30 metri cubi di cui al massimo 10 metri cubi di rifiuti pericolosi (criterio quantitativo).

Si segnala che l’ordinanza della Regione Lombardia prevede che, a fronte delle deroghe autorizzative concesse, tenuto conto del carattere temporaneo e straordinario delle misure, non siano dovuti eventuali adeguamenti relativi delle garanzie finanziarie. Si evidenzia infine che le disposizioni del provvedimento della Regione Lombardia si applicano fino al 31/08/2020, fatta salva la facoltà di reiterazione prevista dall’art. 191 del D.Lgs. n. 152/2006.

Sarà cura di Federacciai aggiornare le aziende associate su eventuali sviluppi del tema in oggetto.

Contatti
Ulteriori informazioni possono essere richieste a:
Marco Clivio
Alfredo Schweiger

area.tecnica@federacciai.it

Rassegna stampa

Archivi mensili

Seguici su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte del sito www.federacciai.it. maggiori informazioni

Questo sito web utilizza dei cookies, anche di terze parti, e altre tecnologie di profilazione, quali l’incrocio tra informazioni raccolte attraverso diverse funzionalità del sito, al fine di raccogliere informazioni statistiche sugli utenti utili ad indirizzare loro messaggi promozionali in linea con le loro preferenze. Per negare il consenso a tali cookies e tecnologie di profilazione, clicca qui. Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio, di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies e delle altre tecnologie di profilazione impiegate dal sito. Per il contenuto completo della Privacy Policy clicca qui

Chiudi